Tuesday, October 16, 2012

The Glimpse by Claire Merle


Titolo/ Title: The Glimpse
Autore/ Author: Claire Merle
Series: The Glimpse #1
Casa Editrice/ Publisher: Faber & Faber 
Pagine/ Pages: 411
Genere / Genre: young adult, dystopia
Link: Amazon.it, Amazon.com, Anobii, Goodreads, Bookdepository

Rating: 




Sommario: In un futuro non molto distante la società è divisa tra persone geneticamente predisposte a malattie mentale e persone sane. La diciassettenne Ana ha avuto la vita privilegiata dei Puri a causa di un errore nel suo test del DNA. Quando le autorità lo scoprono potrebbe essere bandita dalla comunità, ma il fatto di essere legata al Puro Jasper Taurell la salva. 
Jasper appartiene a una ricca e influente famiglia e vuole stare con Ana e le autorità le concedono di rimanere nella comunità fino al verificarsi della sua malattia se si unisce a Jasper prima dei suoi 18 anni, ma se Jasper cambiasse idea se ne dovrebbe andare. Ana spera di avere una vita normale, ma poi Jasper sparisce. Credendo che Jasper sia nelle mani di una strana setta segreta, Ana scappa per andare a cercarlo e si trova in una società sotterranea. Nel frattempo scopre nuove verità che le faranno mettere tutto in discussione. 


Ci siamo ancora, ho appena finito l'ennesimo distopico. Questa volta si tratta di Glimpse di Claire Merle. Ambientato nel vicino futuro, nel 2040, la società dove si svolge la storia è divisa tra "Puri" e "Pazzi". Pazzi vengono classificati coloro che, secondo un test del DNA, portano alcuni geni definiti BIG3, che provocano i tre problemi mentali più comuni: schizofrenia, depressione e ansia. I pazzi vivono nei manicomi o per le strade e ovviamente non possono avere contatti con i Puri.

Ana, figlia di colui che ha inventato il test per determinare questi geni, è l'unica persona il cui test era stato trovato errato. Definita una 'dormiente', Ana può continuare a vivere nella società dei Puri finché la sua malattia non comparirà. Nel frattempo è promessa a Jasper, figlio di un magnate dell'industria farmaceutica che guadagna milioni dagli psicofarmaci venduti ai pazzi. Viene però rapito e Ana decide di andare alla sua ricerca, immergendosi nella società dei pazzi. Scopre però che suo padre le ha mentito su molte cose e nel frattempo incontra l'affascinante e sovversivo Cole. In un crescendo di bugie, gite a manicomi e misteri dal sapore paranormale, tutto viene messo in discussione fino a un finale che ci lascia con tante domande.

Nonostante abbia trovato Glimpse a tratti confusionario, l'idea alla base del libro è molto interessante. So che ha ricevuto parecchie recensioni negative per via del fatto di considerare le persone pazze diverse, ma si tratta di un distopico, quindi è ovvio che la società che ha creato sia controversa. Quello che ho invece trovato poco logico sono proprio i 'glimpse', questi flash sul futuro che Cole ha. Non vedo la necessità di aggiungere questo elemento paranormale, tra l'altro spiegato anche male.

I personaggi sono abbastanza interessanti, ma ho trovato la protagonista, Ana, molto contraddittoria. Prima è super controllata e abituata al lusso, poi scappa e cambia vita, si comporta da eroina per poi tornare a fare la bella vita. Inoltre l'amore a prima vista con Cole è stato quasi forzato. Jasper appare troppo poco e ha un ruolo troppo marginale per poter avere un giudizio su di lui, mentre Cole è sicuramente intrigante, ma il perché sia attratto da Ana per me è un mistero. Il padre autoritario e senza cuore è stato il personaggio più detestabile, perché non si può pensare che un padre usi sua figlia come moneta di scambio.

Il libro è scritto bene e il potenziale per una bella storia c'è, quindi spero proprio migliori nel prossimo capitolo. Forse ci sono troppe idee mischiate insieme, mentre sarebbe stato meglio focalizzarsi su un'unica direzione. Il giudizio finale verrà dato con The Fall (2013). 


La frase che mi ha colpito:

There were two choices in life. Survive or succumb. And most people weren't even conscious of the path they chose. Because they chose for all the wrong reasons. Love, principles, dreams, desire. The world hadn't changed. It had always been survival of the fittest. 

Il libro è attualmente inedito in Italia.




Synopsis: In a near future, society is segregated according to whether people are genetically disposed to mental illness. 17-year-old Ana has been living the privileged life of a Pure due to an error in her DNA test. When the authorities find out, she faces banishment from her safe Community, a fate only thwarted by the fact that she has already been promised to Pure-boy Jasper Taurell.
Jasper is from a rich and influential family and despite Ana’s condition, wants to be with her. The authorities grant Ana a tentative reprieve. If she is joined to Jasper before her 18th birthday, she may stay in the Community until her illness manifests. But if Jasper changes his mind, she will be cast out among the Crazies. As Ana’s joining ceremony and her birthday loom closer, she dares to hope she will be saved from the horror of the City and live a ‘normal’ life. But then Jasper disappears.
Led to believe Jasper has been taken by a strange sect the authorities will not intefere with, Ana sneaks out of her well-guarded Community to find him herself. Her search takes her through the underbelly of society, and as she delves deeper into the mystery of Jasper’s abduction she uncovers some devastating truths that destroy everything she has grown up to believe.


I think this is the month of dystopic readings! Yes, I read another one, and this time I'm talking about Glimpse by Claire Merle. Set in the near future (just around 2040), Glimpse society is divided into two categories, Pures and Crazies. People are classified according to a DNA test, which discover some genes called BIG3, the genes responsible for schizophrenia, depression and anxiety. The Crazies live on the streets or on 'loony bins' and they cannot mix with Pures.


Ana is the daughter of the inventor of the Pure test but she is also the only person whose test was faulty. Defined as 'sleeper', Ana can still live in the Pure society until her illness doesn't activate. She is also bound to Jasper, son of the head of a pharmaceutical company which provides medications for the Crazies. Jasper is kidnapped and Ana decides to go look for him in the Crazy society. However, she soon finds out her father has lied about many things and she also meets subversive and handsome Cole, a guy who helps her. In a crescendo of lies, trip to loony bins and paranormal elements, Ana cannot take anything for granted and we are left alone with an ending full of questions.

Even though I did find Glimpse a little bit confused, the basic idea is very interesting. I know it has received some negative reviews for the fact that 'crazy' people are considered different, but I do believe dystopic settings have to be controversial and, well, unsettling. I have found the 'glimpes', flashes about the future, pretty illogical, though. I think there was no need to add this paranormal element, which is not explained that well.

Characters are interesting, but I found the protagonist, Ana, very contradictory. She stars off as shy and super controlled, pampered by luxury, then she runs away and joins the crazies, acts like an heroine and then back again to her old life. And I really didn't like the instant love with Cole. Cole is intriguing, but why he's attracted to Ana is a mystery to me. Jasper does not appear that much, so my opinion about him is still unclear, whereas the authoritative and heartless father was really terrible.

The book was well-written and there's a lot of potential, so I do hope it'll get better soon. I just think there are too many things, too many ideas put together and maybe it was better to focus just on one. My final thoughts will be given after reading The Fall (2013).

My favourite quote:

There were two choices in life. Survive or succumb. And most people weren't even conscious of the path they chose. Because they chose for all the wrong reasons. Love, principles, dreams, desire. The world hadn't changed. It had always been survival of the fittest. 

2 comments:

  1. Ahahah, ma quanti distopici leggi tu???:) Cmq hai ragione, c'è troppa carne sul fuoco in questo romanzo, eppure la storia è originale e mi piace. Forse aspetterò un po' a leggerlo, la tua valutazione di sicuro non è incoraggiante:P
    Un bacio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ho una predilezione per i distopici e in questo periodo sembra che non mi capiti altro! La storia è originale e mi piace molto, motivo per cui continuerò a leggere la series.
      So che purtroppo tendo a essere stretta con le valutazioni, ma sinceramente, essendoci molti libri del genere in giro, bisogna pur fare una selezione!

      Delete