Tuesday, November 6, 2012

Gli zombie non piangono / Zombies don't cry - Rusty Fischer


Titolo/ Title: Gli Zombie non piangono / Zombies don't cry 
Autore/ Author: Rusty Fischer
Series: Living Dead Love Story #1
Casa Editrice/ Publisher: Giunti Y / Medallion Press
Pagine/ Pages: 368
Genere / Genre: young adult, zombie
Link: Amazon.it, Amazon.com, Anobii, Goodreads, Bookdepository
Rating



Sommario: Maddy Swift è una studentessa un po’ imbranata, che frequenta il liceo della tranquilla cittadina di Barracuda Bay e ha una cotta per il nuovo ragazzo della scuola. Quando Stamp la invita a una festa, la sua vi­ta è destinata a cambiare per sempre. Piove a dirotto e Maddy, tutta agghindata, esce di nascosto dal padre. Dopo essersi persa diverse volte, finalmente intravede le luci della festa e viene colpita in pieno da un fulmine. Appena si risveglia, si ritrova con la faccia in una pozzanghera, stordita e completamente inzaccherata. Ma il fango è l’ultimo dei suoi problemi: è quel buco fumante nel cranio, il cuore che non batte più e i polmoni che non funzionano a farle sorgere qualche sospetto... Una volta a casa, dopo una rapida ricerca in rete, scopre con raccapriccio di essersi trasformata in una delle creature che più la spaventano: una morta vivente. Gli zombi non piangono, ma fanno ridere tantissimo.



Per essere una persona a cui non piacciono libri di zombie, ammetto che ultimamente me ne sono capitati sotto mano veramente troppi, ma ho deciso di leggere questo su consiglio di Franci del blog Leggendariamente.

Fin dalle prime pagine ho capito che sarebbe stata una lettura assolutamente divertente e non mi sbagliavo! Ironico, leggero, spontaneo e a tratti esilarante, Gli zombie non piangono è un'ottima aggiunta alle varie zombie novel che ci sono in giro e di certo porta una ventata di allegria (macabra, ma pur sempre gradita) di cui avevo davvero la necessità.

La storia è semplice: Maddie esce per andare a una festa, viene colpita da un fulmine e si ritrova zombie. Esatto, uno zombie e pure bruttino, ma c'è poco da fare, ormai mangia cervello al posto di pizza e la sua pelle ha assunto un bel colore grigiastro. Già qui ho riso come una pazza, perché gli zombi di Fisher sono esattamente come ce li immaginiamo: brutti. Non li rende glamour o cool, rimangono pur sempre dei cadaveri ambulanti. Divertenti, ma morti. La situazione per Maddie si complica quando due suoi compagni di scuola la prendono di mira e trasformano in zombie tutti quelli che le sono vicini e Maddie si troverà a fronteggiare un'invasione zombie e a combattere contro persone che una volta le volevano bene. Ovviamente le questioni di cuore si intrufolano anche nel mondo zombie e Maddie continua a provare qualcosa per Stamp, il kicker della squadra della scuola, anche se… sul finale… argh. No, non si può parlare del finale, perché mi ha irritato. Non apprezzo molto i triangoli amoroso. Tutti i personaggi-zombie sono a loro modo divertenti: il duo Scheletro e Dahlia, i cattivi della situazione, e Chloe e Dane, i buoni che prendono sotto la loro ala (morta) protettiva Maddie. Insomma, come lettura non annoia proprio.

Lo stile narrativo è semplice e al tempo stesso molto curato. La storia è narrata dal punto di vista di Maddie e ha esattamente la sua stessa freschezza e il suo humor fenomenale, che si evince fin dal titolo dei vari capitoli, per non parlare del modo in cui affronta le situazioni, con un pizzico di pazzia e tanta, tanta autoironia. Con un buon mix tra descrizioni e dialoghi che vi tireranno fuori ben più di una risata, la storia scorre così velocemente che vi troverete alla fine senza sapere come ci siete arrivati. E spererete in un seguito (che ci sarà).

Lo consiglio a chiunque abbia voglia di una lettura piacevole, divertente e un po' horror, sempre tenendo a mente che si tratta di uno young adult. 






Synopsis: Maddy Swift is just a normal girl—a high school junior surviving class with her best friend and hoping the yummy new kid, Stamp, will ask her out. When he finally does, her whole life changes. Sneaking out to meet Stamp at a party one rainy night, Maddy is struck by lightning. After awakening, she feels lucky to be alive. Over time, however, Maddy realizes that she’s become the thing she and everyone else fear most: the living dead.
With no heartbeat and no breath in her lungs, Maddy must learn how to survive as a zombie. Turns out there’s a lot more to it than shuffling around 24/7 growling, “Brains.” Needing an afterlife makeover is only the beginning of her problems. As Barracuda Bay High faces zombie Armageddon, Maddy must summon all of her strength to protect what matters most—just as soon as she figures out exactly what that is.


I know, I am not a zombie-fan, not even when it comes to books, but lately it seems I got to read a lot of zombie novels. This one was suggested by the lovely Franci of Leggendariamente.

From the very fist pages I understood one thing: I would have tons of fun reading it and I was right! Ironic, funny, creepy, entertaining, Zombies don't cry is a great addiction to the various zombie novels around and it gives the genre a light touch (creepy, but still very much needed) and I totally fell for it.

The plot is simple: Maddie goes out to go to a party, gets hit by a light and when she wakes up she's a zombie. Yes, a zombie, and she's pretty ugly, too, but there is nothing to do: she now eats brains (ewww) instead of pizza and her skin has acquired a very fashionable grey color. I think I started laughing at this point, because Fisher's zombies are exactly how I pictured zombies to be: ugly. He does not make them glamour or cool, they are living dead. Funny and witty, but still dead. Maddie's situation gets even more complicated when two of her classmates decide to pick on her and transform her friends into zombies. And romance also plays a part in the zombie world and Maddie still feels something for Stamp, the still human boy, kicker of the school team, but… in the end… argh, no. I cannot talk about the ending because it slightly disappointed me. I am not much of a fan of love triangles. Anyway, all the zombie characters were really fun: the bad couple, Bones and Dahlia, and the good one, Dane and Chloe, who decide to help and protect Maddie. You won't be bored by this book, believe me.

The narration is simple and yet very accurate. The story is told by Maddie's POV and it has her fresh humour, her funny way of looking at things (see the titles of the chapters and try not to laugh). I love the way she deals with things, with a bit of craziness and tons of self-irony.  There is a great mix of dialogue and description and it'll make you laugh and you'll read the book so fast that it'll end all too soon. And you'll hope for a sequel (YES!)

It's perfect for zombie lovers or for those who like fast, quick and funny reads, with a bit of horror. 

1 comment: