Friday, December 7, 2012

Witch & Wizard - James Patterson, Gabrielle Charbonnet





Titolo/ Title: Witch & Wizard: il nuovo ordine / Witch and Wizard 
Autore/ Author: James Patterson, Gabrielle Charbonnet
Series:  Witch & Wizard #1
Casa Editrice/ Publisher: Editrice Nord / Little Brown 
Pagine/ Pages: 322 /314
Genere / Genre:
Link: Amazon.it, Amazon.com, Anobii, Goodreads, Bookdepository
Rating: 


Sommario: Whit e sua sorella Wisty sono due ragazzi come tanti, due fratelli normali che hanno sempre rispettato le regole imposte dal Nuovo Ordine, il regime autoritario che, dopo aver abrogato le leggi democratiche, ha istituito una ferrea censura su qualsiasi forma di espressione: musica, film, libri, arte, televisione… Eppure, una notte, la loro esistenza viene sconvolta da un avvenimento incredibile. Le guardie del governo irrompono nella loro casa e li accusano di un reato gravissimo, punibile addirittura con l’impiccagione: stregoneria. Ma ciò che sconcerta di più i ragazzi è la reazione dei genitori. Invece di protestare per quell’assurdità, infatti, consegnano ai figli due strani oggetti: una bacchetta da batteria a Wisty, che non ha mai suonato in vita sua, e un libro dalle pagine completamente bianche a Whit. Solo molti giorni dopo, rinchiusi nel braccio della morte, i due fratelli capiscono l’importanza di quei doni. Giocherellando con la bacchetta, Wisty scopre di possedere davvero dei poteri magici, mentre Whit, a poco a poco, riesce a far apparire le parole scritte nel libro. Perché quel volume, in realtà, è un manuale di magia, un manuale che potrebbe aiutare Whit e Wisty a evadere di prigione e a liberare il mondo dal giogo del Nuovo Ordine…

Premetto che sono una grande fan di Patterson. Ho letto quasi tutto quello che ha scritto e gran parte dei suoi libri mi sono piaciuti, sia i thriller che alcuni della serie di Maximum Ride (parola chiave: alcuni). Non stiamo parlando di libri memorabili, ma lo stile di Patterson è leggero, scorre bene e i suoi libri si leggono velocemente, un perfetto intermezzo tra letture più impegnative.

Witch & Wizard sbarca in Italia con un bel po' di ritardo rispetto all'originale, datato 2009. Indirizzato a un pubblico molto giovane (oserei dire quasi più giovane della sua famosa serie Maximum Ride), il libro vede come protagonisti una coppia di fratelli dai nomi alquanto improbabili, Wisteria e Whitford, meglio conosciuti come Wisty e Whit, che si trovano a vivere in un regime dittatoriale dove tutto è proibito e la cui vita viene sconvolta all'improvviso. I due, infatti, scopriranno di essere dotati di poteri magici e di essere in grado di cambiare la situazione.

Partiamo dal fatto che è il primo libro di una serie e che tante cose rimangono insolute, il libro mi ha lasciato perplessa. Ho apprezzato i protagonisti perché ho un debole per le coppie formate da fratelli o fratello e sorella e Whit e Wisty sono veramente una coppia adorabile e simpatica, affiatati e divertenti.  Tuttavia il loro modo di parlare e i loro dialoghi sono poco credibili, specie considerato che dovrebbero essere dei ragazzini. Sembrano troppo artificiali e forzati.

La trama… è a tratti un po' debole. Manca qualcosa e, nonostante il libro sia pieno di azione, non sono propriamente riuscita a sentirmi coinvolta. I due ragazzi corrono di qua e di là nel tentativo di combattere contro una dittatura, ma certe cose per me proprio non avevano senso. Solo perché si tratta di un libro per ragazzi non vuol dire che si può lasciare al caso il world building o i dettagli che rendono un libro di qualità.

Il libro è narrato dal punto di vista alternato dei due fratelli e la narrazione scorre veloce, senza grandi intoppi, ma senza lasciare il segno.

Pubblicizzato negli USA come l'erede di Harry Potter, il libro lascia veramente a desiderare sotto certi aspetti e di certo con il famoso maghetto non ha nulla a che vedere (tranne forse il non riuscito nome del cattivo, un chiaro tentativo di riprendere Colui-che-non-deve-essere-nominato). Non me la sento di dire che è stata una perdita di tempo leggerlo, ha comunque i suoi buoni momenti, ma non ho sentito scattare la scintilla né per i personaggi né per la storia, come invece mi era successo per Maximum Ride.

Posso dire per certo che continuerò a leggere la serie, ma per il momento non posso dire che mi abbia emozionato. 




Synopsis: EVERYTHING. CHANGES. NOW.
Imagine you wake up and the world around you-life as you know it-has changed in an instant. That's what has happened to Whit Allgood and his sister, Whisty. They went to sleep as normal teenagers, and woke up as wanted criminals. Accused of holding incredible powers they'd never dreamed possible. And now, just how different they are-special, even-if just beginning to be revealed in a strange new world.

First of all, I'd like to say that I am a fan of Patterson. I think I've read pretty much everything he wrote and I like a fair deal of his books ,both thrillers and his Maximum Ride series (well, not all the series. Some. I am not going to mention book #4 and #5, okay?). His books are not exactly memorable, but I like his style and they can be read quickly and I often use them as a good break from more intense books.

Witch & Wizard was published in Italy a few days ago. Pretty late, considering it came out in 2009. It addresses a young audience, younger than the one of Maximum Ride series, or at least that was my impression. The protagonists are a brother and a sister with weird names such as Wisteria and Whitford, called Wisty and Whit, who live in a dictatorship where everything is prohibited. Their life changes overnight and they find out they have magical powers and could change the situation.

It's the first book of a series and maybe that's why there are things left unanswered, but overall the book left me wondering, I wasn't really convinced. I kind of liked the main characters because I do have a soft spots for brothers protagonists or brother and sister. Whit and Wisty are fun and cute and were really likeable. But their dialogue were not belieavable, especially considered that they are kids. They sounded too artificial.

The plot… I find it a bit weak. There was something missing and, even though the book is action-packed, I wasn't really engrossed. I felt like the world building was not complete and accurate and it lacked all those little details that made a good book.

The book is told by the alternate POV of the two brothers and the narration flows smoothly but without leaving a mark.

I read that in the USA it was marketed as the next Harry Potter but it has nothing to do with the English wizard, apart from a (kind of lame) attempt at recalling He-who-must-not-be-named with the villain of the story The One Who is The One. It wasn't a waste of time reading it but I didn't feel any sparks for the characters or the story, as I felt for Maximum Ride.
I will keep on reading the series, hoping it gets better, but for now my rating is pretty low.



9 comments:

  1. Beh, sei stata molto chiara e non dico che avevo aspettative grandissime quando ho scoperto questo libro, ma di sicuro tu hai diminuito i miei dubbi... penso che aspetterò un po' a comprarlo, magari quando avrò smaltito un po' di letturine che al momento mi prendono molto di più;) Grazie, un bacio! a presto;)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Penso proprio che ci sia un po' di meglio da leggere in giro! va bene per un paio di ore libere, ma lascialo pure in fondo alla lista!

      Delete
  2. Mmm, ho questo libro in wishlist e lo desidero moltissimo... Certo dopo questa tua recensione sono un po' meno convinta, ma la mia curiosità rimane altissima, soprattutto essendo il primo libro di una serie, so bene che è l'inizio e sicuramente molte cose rimangono in sospeso. Ma se tengo conto che la magia, streghe e stregoni/maghi e maghe mi piacciono sempre moltissimo come figure... Dunque credo proprio lo comprerò lo stesso, sperando non mi deluda così tanto.
    Grazie per il tuo pensiero Lucia, un bacione!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Anche io ero abbastanza entusiasta della trama, peccato che non mi abbia preso troppo. O magari tendo a essere troppo critica, chissà! Attendo un tuo parere, Alessia!

      Delete
  3. leggendo la tua recensione credo proprio che aspetterò un offerta vantaggiosa per prenderlo per il kindle. grazie

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sì, secondo me ti conviene. Niente a che vedere con i suoi libri migliori, purtroppo

      Delete
  4. ecco. quindi: lo ho in inglese( omaggio di sony, che lo rendeva disponibile in versione digitale free )e temo che finira' in fondo alla lista dei"to be read". con scarse possibilita' di risalita...

    ReplyDelete
    Replies
    1. non è del tutto da buttare, ma purtroppo non mi ha per nulla soddisfatta. Sinceramente io darei la priorità ad altri titoli!

      Delete