Tuesday, January 29, 2013

Mind Games by Kiersten White



Titolo/ Title: Mind Games 
Autore/ Author: Kiersten White
Series: Mind Games #1
Casa Editrice/ Publisher: HarperTeen
Pagine/ Pages: 256
Genere / Genre: young adult, spies
Publication: 19th February
Link: Amazon.it, Amazon.com, Anobii, Goodreads, Bookdepository
Rating: 

Sommario: Fia è nata con un istinto infallibile. Il suo primo impulso, le sue sensazioni sono sempre correte. Sua sorella, Annie, è cieca tranne quando la sua mente vede strane visioni del futuro.
Intrappolate in una scuola che usa le ragazze con poteri straordinari come mezzo per lo spionaggio industriale, Annie e Fia sono obbligate a scegliere tra usare le loro capacità per fini perversi e impensabili o rischiare la vita dell'altra rifiutando di obbedire. 


Mind Games è il primo libro di una nuova serie di dell'autrice di Paranormalmente. Purtroppo non mi era piaciuta particolarmente la sua precedente trilogia, ma questo libro, un thriller psicologico  e paranormale aveva una trama irresistibile.

Forse avrei dovuto resistere. Non è un libro che boccerei a priori, ma di certo non mi ha soddisfatto. Ora vi spiego il perché.

La storia è incentrata su due sorelle, Annie, cieca dalla nascita e in grado di avere delle brevi visioni sul futuro, e Fia, dall'istinto infallibile e addestrata come spia e killer contro la sua volontà. Entrambe sono prigioniere di una organizzazione che le sfrutta e può prevedere ogni loro mossa. Quando Fia si rifiuta di uccidere Adam, le cose cominciano a complicarsi e le loro vite si trovano in pericolo.

Come dicevo, l'idea di fondo è bellissima e accattivante, ma l'esecuzione non è stata all'altezza, almeno per me. Le due protagoniste mi sono sembrate troppo stereotipate e la scrittura non è riuscita a diversificarle più di tanto: oltre al fatto che una di loro è costantemente sotto pressione e  arrabbiata e l'altra non riesce a capirla, non ho avuto la percezione che ci fosse altro a distinguerle.

Fia è coraggiosa e forte, una guerriera arrabbiata con il mondo e con la sorella; Annie al contrario è pacata e non ha mai capito appieno in che razza di posto ha portato la sorella. Si vogliono bene e farebbero di tutto per proteggersi a vicenda, ma non riescono veramente a trovare un punto di incontro. Tutti gli altri personaggi sono solo abbozzati, tranne James il bello, misterioso e crudele ragazzo che è attratto da Fia, ma che sembra anche pericoloso. Descrizioni troppo sommarie e superficiali che mi lasciano con troppe domande aperte.

Lo stile narrativo è stato probabilmente il mio più grande ostacolo: non riesco a farmelo piacere. È troppo frammentato, ci sono troppe ripetizioni (che sono volute nella maggior parte dei casi, ma le trovo così irritanti) e in generale l'ho trovato fin troppo semplicistico. Anche i personaggi per me hanno avuto poco spessore e non mi sono affezionata a nessuno in particolare. La più interessante è sicuramente Fia, ma il suo modo di esprimersi mi ha condizionato parecchio.

La narrazione oscilla tra il punto di vista delle due sorelle e in più ci sono moltissimi flashback, tanto che più di una volta mi sono sentita confusa e disorientata. La storia va avanti e indietro, toccando un sacco di intrecci secondari senza però svilupparli, facendo più confusione che altro. I poteri delle ragazze, le finalità della scuola, il misterioso magnate che la gestisce, il subdolo James, i presunti 'salvatori', insomma non si riesce più a stargli dietro! Avrei preferito meno cose, ma meglio organizzate all'interno dell'intreccio narrativo. Il finale è effettivamente sorprendente e solo per questo continuerò a leggere la serie.

La frase che mi ha colpito:


Their smiles are lies. Most smiles are.

"Let me know if you need anything."
"So you can disappoint me yet again by never listening?"

Il libro è attualmente inedito in Italia.




Synopsis:  Fia was born with flawless instincts. Her first impulse, her gut feeling, is always exactly right. Her sister, Annie, is blind to the world around her—except when her mind is gripped by strange visions of the future. 
Trapped in a school that uses girls with extraordinary powers as tools for corporate espionage, Annie and Fia are forced to choose over and over between using their abilities in twisted, unthinkable ways… or risking each other’s lives by refusing to obey.


Mind Games is the first book of a new series by the author of Paranormalcy Unfortunately, I didn't really like her previous trilogy, but this book was presented as a psychological thriller with a touch of paranormal and the synopsis was so great that I couldn't resist.

I probably should have resisted. It's not that the book is that bad, it just didn't satisfy me at all. Let me explain why.

The story focuses on two sisters, Annie, born blind and who can get glimpses of the future, and Fia, who has perfect instinct (is that even really a superpower? Looks like it) and has been trained to be a spy and a killer, much against her will. They both are guests/prisoners of an organization that is not willing to let them go free and that can predict their every mode. When Fia refuses to kill her next target, a young man called Adam, things start to get complicated and their lives are at stakes.

As I said, the idea is captivating and I fell in love with it, but the execution… well, maybe my expectations were too high and that's why I was disappointed. The two main characters felt too plain and the writing didn't really bring out their different voices. We just see that one of them is constantly angry and under pressure and the other doesn't really get her sister's emotions and reasons.

Fia, the younger, is strong and brave, a fighter mad at the whole world and at her sister; Annie, on the other hand, is calm and just didn't understand what the school she so badly wanted to attend did to her sister. They would do everything to protect  each other and we know they love each other (we know…we don't really feel it), but the two sisters cannot seem to find a common ground. All the other characters are just superficially described, except for James, gorgeous, dangerous and cruel James, who's attracted to Fia.

The writing was probably my main problem; I just cannot seem to like it, no matter how hard I try. It's too fragmented, with too many repetitions (I know, they're used to show certain things, but they annoyed me) and overall it was a bit too simple. The characters didn't really grow on me; Fia was probably the most interesting but the way her thoughts are presented irritated me because of the syntax.

The narration shifts constantly between the two sisters with TONS of flashbacks, which had me confused and disoriented more than once. The story goes back and forth, picking so many subplots without really developing them that I had a hard time keeping tracks. We got the girls' powers, the creepy school run by a mysterious and creepier man, James the I-cannot-tell-you-my-plan kind of guy, the so-called saviors and so on. I would have preferred less things but more answered. The ending is really surprising and I may keep reading this series.
  
My favourite quote:


Their smiles are lies. Most smiles are.

"Let me know if you need anything."
"So you can disappoint me yet again by never listening?"


2 comments:

  1. Già a suo tempo,fui molto delusa dalla Gier con paranolmamente,tanto da non seguire più la saga.
    Colpa delle belle cover e delle trame che promettono libri originali e che si rivelano noiosetti ;)
    Questa cover è molto bella ma....... passo ;)
    bacio LUCY

    ReplyDelete
    Replies
    1. Stessa cosa per me. Ma visto che questa trama attirava davvero tanto avevo pensato che fosse... meglio. E invece no :(

      Delete